passalento, e va veloce

20 maggio 2015
Delle volte, semplicemente, si è stanchi.
Stanchi dei suoni che ti stanno attorno, sempre uguali e ripetitivi, monotoni, fastidiosi ma che non puoi spegnere perché purtroppo il tasto "off" nella vita reale, quella che un po' ti opprime giorno dopo giorno, non esiste; o ancora, stanchi di ciò che vediamo, di quelle inutili e stupide marionette che si muovono nel mondo.
E fare qualcosa per scacciare questi fastidi, queste stanchezze quotidiane è impossibile, bisogna subirle certe cose, non hai scampo. Ma tu sei stanco.
Non hai voglia fondamentalmente, è molto semplice la risposta. Eppure bisogna andare avanti, non fermarci e chissà che un giorno o l'altro la stanchezza non passi.
Personalmente, in quasi 30 anni di vita mi è capitato molto spesso di essere stanco. La soluzione che ho sempre adoperato per andare avanti, e non fermarmi come un qualsiasi me stesso in sella ad una mountain bike sotto il sole d'agosto in mezzo alle montagne per rifocillarmi con un sorso d'acqua?
Dormire. 
Buonanotte.


Drink!