rilasciato dall'anonima sequestri

19 marzo 2013
Mese di lavoro, mese di studio e soprattutto mese di assenza dal blog. 
Come fatto notare dalla brava e gentile Aria, ieri ho toccato il punto più basso - o più alto, a seconda delle proprie inclinazioni filosofiche - della mia assenza da queste povere e derelitte pagine. Non che mancassero gli argomenti, per carità, anzi, c'era fin troppo da scrivere, tante cose da dire, molte cose da analizzare, tante opinioni da condividere, sentenze da sparare. Eppure ho preferito vivere in totale apatia tutto ciò che è gravitato attorno all'elezione del nuovo Papa, alle (mai così catastrofiche) elezioni politiche e via dicendo.
Chi invece non è stato zitto, e penso mai lo sarà, è il popolo della rete. 
Già, la rete, quella grande trovata democratica che ci porterà tutti quanti verso assolate spiagge, un futuro migliore e la risoluzione di tutti i problemi che il nostro paese ha incontrato in questi 20 anni di sciagurata mal politica.
Ma non parlo di voi blogger, alcuni ho imparato a conoscerli bene, e le riflessioni fatte, anche se non sempre condivise, son pur sempre state buttate giù con molto raziocinio.
Raziocinio che è ciò che manca ai commentatori di uno dei più famosi, rinomati e letti quotidiani (on-line e cartacei) del nostro paese: Repubblica (giornale che peggiora alla velocità della luce in fatto di imparzialità e senso di informazione). Se si trattasse di gente che esprime opinioni costruttive, pensieri interessanti, considerazioni con un minimo di fondamento logico sarebbero anche leggibili.
Invece no!
Mai sia!
Ci troviamo di fronte a commenti del tipo:


"Papa Francesco, primo discorso a San Pietro"

"Ah, e a me cosa interessa? Ma non vi vergognate!? Anziché parlare di B. e di quello che sta combinando andate a parlare di questo assassino del popolo argentino!" 

Immaginate ora altri 560 commenti di questo tipo. Ovviamente per il popolo medio italiano - che alla fine rappresenta il commentatore tipo di una qualsiasi testata giornalistica - prendere un libro su radio e televisione, e cercare la definizione di "evento mediale" sarebbe troppo. 
Ecco quindi che sono tornato e subito mi lamento. Non so quanto possa essere piacevole, o quanto possa farvi contenti; però è così. A questo punto spero che qualcuno di voi mi insulti come i lettori fanno con Repubblica, così, tanto per mettere un po' di pepe in questo povero e smorto blog. 

18 commenti:

Patalice ha detto...

fattostà che la tua mancanza si è sentita...
che sia stato bene o male non mi è lecito dirlo

Aria ha detto...

AHAHAHA mi chiamavano la motivatrice :D

(Sul papa non mi esprimo, che gia sai i miei commenti da tuitter ahahah)

Bravo, vedi de tornà più spesso.

ciku ha detto...

un tipo che viveva vicino a mia nonna, nei periodi per nulla rari di estremo sbandamento etilico, era solito dire:
- pajàzo
- ti ammàzo!
- ti sputo al 90%
- vacos!
van bene come insulti?

Hombre ha detto...

Il mio insulto di stasera è: sei peggio d'una scarpa da tennis Lotto.
8 mesi di vita e una trentina d'ore di gioco e sono distrutte, ma mi sentiranno oh se mi sentiranno!
Ah, ciao eh.

Astoria Waldorf ha detto...

C'è il Nano che ne sta a combinare di cotte e di crude e ci concentriamo sull'assenza di Pesa da Blogger?! Poi dici che l'Italia va in malora...

Cristina ha detto...

Al negozio dove lavoro, la mamma del titolare, che dice di non essere berlusconiana, sostiene che a B. ne stanno facendo troppe, che, poverello, non vogliono proprio farlo salire al governo con tutte queste accuse.
Io sorrido. sempre. E sto zitta. Perchè il modo in cui lo dice è adorabile.
Però penso: E sti cazzi, finalmente. Magari lo processassero!

Pesa se il prossimo post lo scrivi tra un mese scordati il balletto coreografico mio, di Aria e di all'aria. :PPP

Sileno27 ha detto...

Fuck you!


(..anche se "ti sputo al 90%" di ciku mi ha strappato un sorriso)

Eva Aiko ha detto...

Sei proprio un Pesa....

pesa ha detto...

@Patalice: Il fatto che stia qui a commentare, però, è già tanto :)

@Aria: Sul Papa mi son venute in mente un paio di considerazioni al momento, penso che a breve saranno tutte esplicitate.

@ciku: Pensiamo siamo tutti quanti d'accordo che il "ti sputo al 90%" vince il premio come miglior insulto dell'anno.

@Hombre: E non hai mai provato le scarpe da calcio Lotto, però! Quelle sono ottime scarpe, resistentissime e veramente ben fatte. Possono far "le scarpe" anche alle migliori Nike.

@Astoria Waldorf: E dopo Grillo ecco che un altro "blogger" manderà per aria il paese.

@Cristina: Quando scade il mese? Così vi faccio sperare fino all'ultimo di doverlo evitare, e invece....

@Sileno: A me più che un sorriso. Pensò entrerà di diritto nel mio vocabolario.

@Eva: Questo mi ha offeso, veramente.

all'aria ha detto...

ho tanti insulti,
ma non per te,
per gl'altri che insultano!

lellasilvi ha detto...

Brutto grillo parlante che non sei altro!
Ah Pesa, Pesa...chetelodicoafà...

pesa ha detto...

@all'aria: Ma per gli altri che insultano me? Per gli altri che insultano in generale? Per gli altri che insultano su Repubblica.it? O per chi insulta te?
Comunque un piccolo insulto potevi lanciarmelo.

@lellasilvi: Il "brutto grillo parlante" è voluto? Chissà perché qualcosina mi dice di sì, ma anche io, chetelodicoafà

Marina ha detto...

TALVOLTA i blog stan lì apposta per lamentarsi! Carissimo, ribadisco che mi sei mancato e mi risparmio ogni commento su tutti gli eventi di cui sopra: Sono davvero troppo stanca. Spero che ti stia bevendo un'ottima birra ♥

Emix ha detto...

Pesa gay.

pesa ha detto...

@Marina: A "mi sei mancato" è caduta la lacrimuccia. Comunque, come hai avuto modo di verificare su Twitter, l'ottima birra me la son goduta eccome. E aspetto di avere testimonianza di come la godrai anche tu.

@Emix: Grazie. Davvero.

Marina ha detto...

Aaah, domani c'è un festino, insisterò per avere il nettare divino!

pesa ha detto...

@Marina: Quindi? Sei riuscita nell'intento del nettare divino?

Marina ha detto...

Sono già due festini che cerco il nettare divino e non lo trovo. Maledetto piemonte. Ce la farò!

Posta un commento

Drink!