poi zia May non è un clone

14 dicembre 2012
Che poi non so se sia merito di Tom Waits o delle belle notizie che arrivano tutte insieme, però oggi avevo voglia di scrivere. 
Strano, vero? 
Quasi un mese di lontananza dagli  schermi, nessuna parola scritta su queste pagine (sui vostri blog passo sempre invece) per un lasso di tempo che è stato quasi incolmabile, però purtroppo, o per fortuna, lo studio viene prima di tutto il resto.
Quindi bando alle ciance, via il sentimentalismo dell'ultimo periodo, in cui paesaggi sognanti e misteriosi l'hanno fatta da padrone all'interno di questo blog. Devo tornare ad essere il vero Pesa, quello che ha conquistato le folle urlanti, facendo attivare interminabili sogni nella mente di molte gentil donzelle. E allora...
... l'altro giorno mi scappava. 
Tanto, veramente tanto. Avete presente quando una volta finita la colazione, e quella terrificante reazione chimica causata da caffè+acqua fa effetto? Ecco, proprio quella.
Quindi mentre correvo verso il tanto agognato e desiderato trono marmoreo, nella mia mente scorre un martellante pensiero: avendo il telefono in carica, cosa mi porto per passare il tempo dentro al cesso? 
Lo facciamo tutti quanti, dai, non nascondiamoci dietro un dito; c'è chi si porta un quotidiano, chi una rivista di gossip, chi la settimana enigmistica, ma il top del top è senza dubbio lo smartphone. Grazie ad esso possiamo giocare, leggere notizie sul web, guardare le foto degli amici, leggere i vostri (e il mio) blog. 
Allora, quel fatidico giorno, non avendo a disposizione il cellulare, mio fido compagno di avventure, ho ripiegato per un fumetto dell'Uomo Ragno. E non potete immaginare la gioia, la felicità nel toccare la carta di un giornale dopo tantissimo tempo, nel poter vedere il colore delle immagini stampate, le matite di John Romita jr., insomma qualcosa di caldo e vivo come la carta e non un freddo schermo di cellulare. 
E da lì allora son arrivato a pensare come lentamente stiamo abbandonando tutto ciò che ci ha accompagnato dal 1450, come ormai questa opprimente tecnologia stia soppiantando qualcosa che va avanti da oltre cinquecento anni; e noi, imbambolati e accondiscendenti, stiamo qui a subire questo cambiamento. Ormai i quotidiani si trovano tutti quanti online, sembra quasi di cattivo gusto andare nelle edicole, così come anche i giornali; e dobbiamo parlare dei libri? Ma volete realmente paragonare l'ultimo Kindle Fire alla meravigliosa emozione di avere tra le mani un libro e sfogliarlo? sentire il suo odore e la ruvidezza della carta mentre lo fate scorre tra le vostre dita? 
E ho pensato a tutto ciò mentre l'Uomo Ragno teneva sulle spalle (letteralmente parlando) il Daily Bugle, e il Dr. Reed stava per operare il presunto clone di zia May. 
Poi ho tirato lo sciacquone e son tornato alle mie normali occupazioni. 

19 commenti:

Harley Quinn ha detto...

PESA!!!!! Stamattina pensavo che un po' stronzino lo sei, a non scrivere più! +_+

Anyway...
Le meravigliose letture da cesso... stupende!
Io porto sempre con me un libro. Ma, quando ne sono sprovvista, leggo quel che capita a tiro. Almeno mi fo una cultura sui vari prodotti di bellezza e detersivi. Dai, a chi non è capitato almeno una volta?

Sul versante ANTI-TECNOLOGIA DEVASTANTE sono schierata in prima linea! Anarchia al potere! E gli smartphone sono il male!!!

Quanto sarebbe bello si tornasse a leggere libri veri invece degli e-book. Che strappano fascino all'arte della lettura.
Un bacetto :)

Patalice ha detto...

io sul mio trono di porcellana bianca, mi accompagno alla pinzetta con la quale regola l'ipertricoticità della mia vagina.

MrJamesFord ha detto...

Ormai i cloni tra le pagine dell'Uomo ragno si sprecano, cazzo.
Comunque, evviva le letture da cesso, anche se io di solito passo il tempo ad aprire il rubinetto del bidet per la gatta che viene a bere o a pensare ai cazzacci miei. ;)

SazioZero ha detto...

io vi invidio a voi che riuscite a leggere in bagno, io non ci riesco, uso quel momento per pensare, ecco le decisioni più importanti della mia vita(una o due) le ho prese in bagno, è un momento di riflessione, e di liberazione.

Amore_immaginato ha detto...

Ma quand'è che mi hai vista?
Io me lo porto anche quando è in carica lo smart!

poison ha detto...

io in bagno porto solo me stessa. tanto poi arriva il gatto a farmi compagnia.

pesa ha detto...

@Harley Quinn: Sì, anche io mi son sentito parecchio stronzo, e soprattutto mi son sentito privato di qualcosa. Fortuna son riuscito a porre rimedio.
Beh ma io non sono antitecnologico, semplicemente mi piacerebbe che le cose veramente importanti e belle, rimanessero tali e ci fosse una "convivenza pacifica" tra vecchio e nuovo. Sarò troppo ottimista??

@Patalice: Mi hai fornito una delle più belle immagini della giornata, grazie, veramente.

@MrFord: Ormai l'Uomo Ragno è un clone ovunque, hanno un po' rotto, ma va be', lo si ama sempre e comunque il nostro Spidy.

@SazioZero: Invece io sul cesso ho grandi illuminazioni della nostra vita, potrei esser quasi definito un filosofo da Water!

@Amore: Anche quando è in carica? Ma hai un carica batterie lunghissimo oppure lo carichi sempre e solo in bagno?

@poison: La compagnia di un animale, o di un altro essere vivente, al cesso son sicuro mi metterebbe profonda agitazione e inquietudine, non so perché!

poison ha detto...

sulla presenza di un altro essere vivente posso darti ragione soltanto se sto esprimendo concetti di un certo spessore, altrimenti, avendo più o meno il senso del pudore del plancton, non ho davvero nessun problema. figurati quanto può inquietarmi un gatto! :)

Bill Lee ha detto...

prima al bar sono stato male.
ho avuto un momento di illuminazione, di lucidità totale.
un lampo, un cazzo di flash biano dentro la spina dorsale.
Ho realizzato che sono cresciuto in bar in cui i ragazzi non facevano altro che parlare di macchine e di figa mentre ora, negli stessi bar, si parla solo di smart phone.
solo
di
cazzo
di smart phone.

il mondo sta cambiando.

Emix ha detto...

Il mondo cambia e cambierà sempre, probabilmente i più giovani tra una decina d'anni rimpiangeranno questa tecnologia utile e aliena ai nostri occhi.
QUando le cose rimangono uguali troppo a lungo è il momento di preoccuparsi.

Bill, smettere di considerare la figa un argomento da bar è tra i prodromi dell'apocalisse.

Marina ha detto...

Ecco, mi ero promessa di scriverti un commento con un po' di tempo, ora ce l'ho.
Parto dicendoti che per me l'oggetto libro è quanto di più bello al mondo. Nonostante questo ho riciclato un Kindle modello scassone regalato a mia sorella che lei non usava e devo ammettere che è una gran trovata.
La quantità di dati a prezzo zero che puoi portarti ovunque è spaventosa. Io lo uso soprattutto per studiare perchè mi permette di tenere appunti e saggi tutti in uno spazio ridotto, talvolta ci leggo pure narrativa però con meno incentivo. Manca di poesia, è vero, ma trovo innegabile che sia un oggetto fantastico.
Forse, come in tanto altro, la risposta sta nella moderazione?
Nel mio cuore niente potrà mai sostituire la carta stampata, però agli ebook do fiducia.:)

Grace (ma gnappetta della Val Gina) ha detto...

Mai letto sul trono. Sono fondamentalista stitica quindi, le rare volte che scappa, corro in bagno, mollo il bottino ed esco volando leggera come una libellula.

Harley ha detto...

Quando sono sul trono mi porto dietro il mio fidanzato. A volte penso di dover essere davvero irresistibile se ancora non mi ha lasciato...
Comunque adoro i libri e adoro sfogliarli, adoro toccarli e odorarli; come adoro scrivere con carta e penna: detesto usare il pc per scrivere!
Ma gli schermetti luminosi sono ugualmente affascinanti!

Sileno27 ha detto...

io per passare il tempo mentre sto sul cesso leggo tutte le etichette di shampoo, bagnoschiuma e quant'altro. non molto avvincenti, forse, macché ci vuoi fare?

pesa ha detto...

@poison: Poiché io esprimo solamente elementi di un certo spessore da seduto non posso contemplare altri viventi nella stanza :D

@Bill: iPhone5 o Galaxy S3? È importante la differenza, eh.

@Emix: Sei stato troppo filosofico in questo commento. Anche ciò è tra i prodromi dell'apocalisse?

@Marina: Anche io do fiducia agli ebook, e quando si viaggia son sicuro siano di una comodità incredibile. Però vuoi mettere l'orgoglio nel veder crescere libro dopo libro, giorno dopo giorno la propria libreria!?

@Grace: Ma ti perdi il bello del momento pacifico al trono! Sei solo, nessuno ti disturba e sembra pure che ti capiscano e giustifichino!

@Harley: Io non potrei mai riuscire a star accanto a qualcun'altro che sta seduto al cesso, veramente, è troppo!

@Sileno: Io quello invece lo faccio quando sono in doccia.

Marina ha detto...

Ah lo so, lo so, è una cosa che mi riempie il cuoricino.

Marina ha detto...

Comunque ho appena ricordato che il mio ex-coinquilino in bagno ci si portava la chitarra. Vince tutto.

Em ha detto...

un post traumatico. non mi riprenderò più.

pesa ha detto...

@Marina: Io ci ho provato una volta a portare la chitarra, solo che è molto scomodo perché ho il muro sulla sinistra, quindi, essendo io destrorso, mi viene difficile suonarla bene. Non parliamo poi del basso.

@Em: Ma perché è scritto da cani? (Cosa molto probabile) Perché è l'argomento peggiore mai trattato in un post? (Cosa molto probabile) Perché non ti aspettavi che zia May fosse un clone? (Questa è scontata ormai con l'Uomo Ragno)

Posta un commento

Drink!