dopo ben due bozze

19 settembre 2012
Cosa è la pace?
In questo periodo di forte instabilità mondiale sembrerebbe facile rispondere: la pace è quando gli islamici non rompono i coglioni e gli occidentali si lamentano della crisi senza pensare ad altro. Oppure: la pace è volersi tutti quanti bene ed essere tutti fratelli. 
Risposte azzeccatissime, per carità, ognuno è libero di dare la definizione di pace che meglio preferisce, ma leggete un attimo me che faccio un bel copia e incolla dal dizionario della lingua italiana, che definisce la pace come: 
1. Situazione di non belligeranza; rapporti normali, senza tensioni particolari, tra nazioni diverse o all'interno di uno stesso stato; 
2. Condizione di tranquillità spirituale o materiale; assenza di preoccupazioni e fastidi.
Ecco, prendete la seconda definizione. 
Quanti di voi posso dire realmente di attraversare periodi di questo tipo? Quando è stata l'ultima volta che avete abbandonato preoccupazioni e tormenti per stare realmente in pace? Domande difficili alle quali dare risposte, immagino. Il mondo di oggi, troppo frettoloso e frenetico, impedisce di soffermarci a godere realmente di questi momenti, così come non ci consente di ricordarli tutti perché abbiamo la testa satura di impegni, appuntamenti, ordini da portare a termine, esami da sostenere e superare. 
Personalmente posso dire di ricordare perfettamente l'ultima volta che provai tale sensazione, come se fosse successo poche ore va, mentre invece accadde in una calda giornata di metà agosto durante una delle giornate più afose che quest'estate ci abbia regalato: attraversavo una strada non asfaltata tra le campagne dell'Iglesiente quando mi soffermai a guardare un campo d'erba ormai secco. Un'immensa distesa colorata d'oro. 
Nient'altro attorno. 
Solamente altra campagna. 
La casa più vicino stava sì e no a 3 chilometri. 
E piantato al centro di questo campo ci stava un albero, non so che tipo, son negato in botanica e non mi intendo di queste cose, però era lì, fermo, noncurante della mancanza di civiltà o di altre piante. Immobile, da chissà quanti anni, che offriva tenera e rinfrescante ombra a chiunque volesse sostare sotto le sue fronde. Ricordo che per tutto il tragitto percorso dalla macchina rimasi immobile a fissarlo, quasi a bocca aperta, desiderando ardentemente di andare a riposare sotto di esso, e addormentarmi in un sonno lunghissimo, lontano dal mondo e da tutto il resto, proprio come era lui, l'albero, così forte e orgoglioso di star lì senza nessuna preoccupazione. Insomma, in pace.

16 commenti:

MrJamesFord ha detto...

La pace, gran bella cosa.

Lario3 ha detto...

Bello!

Grazie mille per il commento, CIAO!!!

S. ha detto...

C' e' una bellissima poesia di Eduardo De Filippo che dice, la scrivo in italiano :)
" io vorrei trovare pace
Ma una pace senza morte..."
E' molto lunga e piena di suggestioni se ti capita leggila tutta :)
Ciao

C c c c contessa. ha detto...

Io l'avrei abbracciato *

magneTICo ha detto...

Ecco ora prendete la prima...

Frrrresh! ha detto...

La pace dei sensi dici, o la pace di quel che sia.

La mia pace è isolarmi nel tutto.
Fare un passo indietro ed osservare ogni movimento, lento o veloce che sia, ogni sfumatura o ombra, e riflettere...pensare e stare tranquilla, per un attimo, lì in disparte.
Un attimo a volermi più bene.

Ciao Stalker (:

laViscida ha detto...

La mia pace è guardare la tv. Lo è quella di chiunque.
E poi io amo essere arrabbiata, frustrata e in tensione: mi fa sentire la persona peggiore che in realtà sono.

No, no, no: proprio non riesco a commentarli questi post.

pesa ha detto...

@MrFord: Gran bella cosa, ma cosa assai difficile da raggiungere o trovare.

@Davide: Grazie a te per il commento e i fumetti che rallegrano le mie giornate :)

@S.: Mi farò capitare l'occasione di leggerla, la cercherò proprio ora :) Grazie per il consiglio.

@Contessa: Oh sì, anche io, però avrei voluto una tuta di quelle da imbianchino, attraversare quel campo avrebbe comportato una permanente invasione da parte di zecche e affini.

@magneTICo: Quello lo facciamo un altro giorno dai.

@Fresh: Oppure stare con un libro sulle gambe in quel di Milano ;) vedi che sono un ottimo stalker!

@laViscida: Insomma, la tua pace è l'incazzo.

Giulia Mattei ha detto...

Del tipo che era un sempreverde :D

Harley ha detto...

Io la mia pace la trovo in mezzo ai vialetti degli scavi di Canne su una collinetta circondata dagli ulivi argentati.

Marina ha detto...

Ci sto dando un esame sulla pace praticamente.
Fenomenologia delle arti contemporanee, il corso unisce artisti e relative opere al tema della nonviolenza. Mi sono appena letta un manuale dell'azione nonviolenta.
L'ultima volta che sono stata in pace... è un po' zozza, lasciamo stare :)

Melinda ha detto...

Questo post andrebbe diffuso nel mondo pesa, è meraviglioso!!!
Mi è piaciuto molto sia il contenuto, sia come lo hai impostato.
Momenti di pace e tranquillità assolute non riesco a ricordarne, hai ragione, troppo caos...però diciamo che ultimamente mi sto dando da fare per crearne :D

Angst ha detto...

la numero 2 è la definizione di "vacanza" secondo me.
Possano le tue infradito diverse portarti alla pace sempre e comunque, comunque.

Margherita ha detto...

Per me è la definizione che è ambiziosa.. Rimuovere temporaneamente tutte le preoccupazioni? Wow. Qualche brevissimo attimo di pace, allora, non mi aspetto di più.

pesa ha detto...

@Juliet: Io non so neanche cosa sia un sempre verde. Per me era un albero.

@Harley: Anche a Tuvixeddu, secondo me, non staresti così tanto male, anzi.

@Marina: Tanto qui siamo tutti sporcaccioni, poco ci frega! E comunque capisco perché sei sparita dal web, con quel popò di esame che stai preparando mi pare normale volatilizzarsi.

@Ndina: E spammalo ovunque allora!! Vai a dire in giro che nel mio blog si trova la pace interiore, una volta che la gente inizierà a pagare per sentire la mia saggezza (?) divideremo il ricavato.

@Angst: Le mie infradito per ora mi hanno portato un sacco di occhiatacce da parti di passanti concentrati a fissarle.

@Margherita: E noi siamo esseri umani, non chiediamo di più, solo qualche breve attimo, niente di che.

. ha detto...

La pace sta anche in una bella birretta cazzeggiante davanti al pc mentre il resto della "truppa" dorme.Tipo adesso.

Posta un commento

Drink!