una recensione che non lo è, ma alla fine chi vuole segua il consiglio

26 marzo 2012
Noi tutti, intesi come esseri umani, veniamo fregati in continuazione: dalla politica, dall'economia, dalla religione, e soprattutto da noi stessi. Ad esempio io ora dovrei ripulire e riordinare questa sorta di antro oscuro in cui riposo le mie povere membra, eppure sto qui a scrivere, rimandando, come la buona cicala della favola, ad un futuro tempo remoto il dovere. 
Ma non è questo il punto che mi attanaglia ormai da alcuni giorni. Ciò che mi da cruccio son le aspettative, le illusioni che la nostra mente crea riguardo una persona, un film o una canzone, un evento. 
È da un paio di giorni infatti - più precisamente da che ho visto Drive - che penso a quanto le opinioni delle persone diano vita all'interno della nostra testa a scenari fantastici, in cui ciò che ci accingiamo a vivere risulta essere la meglio cosa che possa esistere, e invece rimaniamo delusi. 
Prendiamo ad esempio un big match di calcio: tutti gli amanti del bello sportivo attendono con ansia le 20.45 di mercoledì 28 marzo, giornata in cui si disputa la gara di andata Milan - Barcellona. Io stesso, divenuto con il tempo l'antitesi del calcio televisivo, non vedo l'ora di poter godere di questa partita osannata dalle televisioni, dai giornali, dai tifosi. Chiunque si aspetta di vedere miriadi di gol, azioni al limite della fisica e parate degne di Superman, con una buona probabilità di rimanere delusi poiché si andrà a giocare una partita serrata in cui ci si studierà in attesa della gara di ritorno. E quindi ci rimaniamo tutti un po' di merda. Ovviamente spero di sbagliarmi. 
Volete un altro esempio? La musica. Ho ormai perso il conto delle volte in cui mi è stato detto «Ascolta questo gruppo, sono spettacolari» e puntualmente, festante e gaudioso ascoltavo qualcosa che non riusciva ad emozionarmi, che non riusciva a trasmettere nulla. Come i tanti che cantano le lodi di "Master of Puppets": quando ero giovinetto infatti, mi fu descritto come l'album che avrebbe cambiato la mia vita. Ahimè non fu così, bello, bellissimo, certo, ma niente di trascendentale quanto "...and Justice for all". 
Per i film poi non vorrei star qui a dire ovvietà, ma pensiamo alle varie ultime nomination dell'Academy. Quelli che dovrebbero essere superfilm, attesi e incensati da tutti, alla fine si rivelano schifezze confezionate come "Il discorso del Re" (esatto, non mi è andata giù la storia di Inception). 
E quindi, alla luce dei miei pensieri dopo aver visto quel film di Nicola Winding Refn tanto acclamato e giudicato da tutti come un capolavoro e un cult, posso affermare che le uniche cose che non mi hanno deluso, dopo esser state a lungo celebrate, sono state il sesso e Drive.

28 commenti:

Marco Goi (Cannibal Kid) ha detto...

embè, drive non può deludere!
il sesso invece a volte sì... :)

Frrrresh! ha detto...

Romantico come sempre.
E' sempre una gioia leggere cosa/come scrivi.
Ormai parto prevenuta con il pensiero "voglio proprio vedere come finirà il testo".
Ma comunque, credo che sia del tutto normale, ahimè, che la ente umana presti ascolto ai consigli/commenti/indicazioni altrui..siamo imperfetti ed ingenui e inconsciamente assimiliamo ogni cosa che vediamo: dal semplice manifesto di un gruppo più o meno figo alla tv...la TV, si salvi chi può quando si tratta di..TIVU.
Ormai è un circolo vizioso che senza volere ci ha assimilati...inoltre, anche io sto aspettando Milan Barcellona [..]

F.

MrJamesFord ha detto...

Incredibilmente, sto con il Cannibale.

S. ha detto...

approvo commenti di cannibal e Mr.jf...tutto il resto e' noia...a quel punto preferisco seguire i miei istinti...

Sileno27 ha detto...

master of puppets ha cambiato la mia vita. non so se negativamente o positivamente, però l'ha cambiata.

Harley ha detto...

Io ho gusti strani e, consapevole di questo, ho smesso da tempo di entusiasmarmi PRIMA di aver fatto, visto, sentito qualcosa.

In generale mi entusiasmo davvero poco facilmente...

Drive. Che è Drive?

Per quanto riguarda la faccenda sesso. Io evidentemente son capitata nel periodo ''oh ma tu credi che sia qualcosa di fantastico ma non è niente di che in realtà''.
Ma ora pensandoci, forse è una frase detta solo da noi donnicciuole.

magneTICo ha detto...

a me invece ha deluso.
drive intendo.

il sesso l'ho scoperto per sbaglio...

pesa ha detto...

@Marco&MrFord&S.: Io mi riferivo al fatto che viene sempre presentato come la cosa più bella del mondo, ed è effettivamente è così, poi non stavo scendendo nello specifico di ogni singola volta, certo ci son le belle e le brutte esperienze.
Però son felice sul fatto che concordiamo tutti quanti su Drive :)

@Fresh: Addirittura romantico, così mi lusinghi. Però fai attenzione, chissà, magari saranno le tue aspettative a fregarti e leggerai un finale bruttissimo nei miei post :)

@Sileno: Invece a me ha cambiato la vita Killers, degli Iron Maiden. E comunque ...and Justice for all è superiore a qualsiasi altro album dei Metallica, non ci sono cazzi.

@Harley: Che è Drive?? Ora brava brava, vai su eMule, cerchi, scarichi, godi, e poi torni a dirmi che ne pensi :)

@magneTICo: E ti ha deluso?

Frrrresh! ha detto...

Era ovvia ironia la mia.

Melinda ha detto...

Drive è stupendo. Mi è piaciuto tantissimissimo! :D
Quindi ti capisco!

Anche Inception of course. Non per niente sul mio blog c'è una citazione sui sogni presa da lì ;)

ciku ha detto...

milan-barcelona °
master of puppets ****
...and justice for all ****
il discorso del re **1/2
drive **

Emanuele Secco ha detto...

Uhm, dovrei vederlo 'sto Drive.

E.

Harley ha detto...

''Drive'' è un film. Giusto? :D
E' finito nell'infinita lista di film da vedere.

Poi ti dirò u.u

pesa ha detto...

@Fresh: Non hai ancora imparato che sono un ebete in incognito :) Non avevo proprio colto, pardon.

@Melinda: E nessuno dei due ha avuto ciò che si meritava. Ci manca solo che nel 2013 ci scappi l'Oscar alla carriera a De Sica&Boldi e siamo apposto!

@ciku: "Il discorso del Re" più di "Drive". "Il discorso del Re" più di "Drive". "Il discorso del Re" più di "Drive".....

@Emanuele: Togli il condizionale e usa l'imperativo: DEVI! vederlo 'sto Drive.

@Harley: Esattamente, un film. Un signor film per l'esattezza. Attendo il tuo parere.

Margherita ha detto...

"Ascolta i Lars Frederiksen & The Bastards, sono spettacolari".

ps: dire che il sesso non delude mai è proprio della conformazione anatomica e funzionale dell'uomo. se mi consenti, dissento ;)

Anonimo ha detto...

Se posso...entro in punta di piedi e sperando di non infastidire alcuno consiglio una poesia di un grande poeta della resistenza palestinese MAHMUD DARWISH

“Potete legarmi mani e piedi
Togliermi il quaderno e le sigarette
Riempirmi la bocca di terra:
La poesia e’ sangue del mio cuore vivo
sale del mio pane, luce nei miei occhi.
Sara’ scritta con le unghie, lo sguardo e il ferro,
la cantero’ nella cella della mia prigione,
al bagno,
nella stalla,
sotto la sferza,
tra I ceppi
nello spasimo delle catene.
Ho dentro di me un milione d’usignoli
Per cantare la mia canzone di lotta. “

pesa ha detto...

@Margherita: Ma vedi tu chi mi nomini! E ci credo che son spettacolari, come può l'immenso Lars non è essere spettacolare.
E comunque, la questione sesso, l'ho spiegata meglio nella risposta a Marco, MrFord e S. ;)

@Anonimo delle 15.12: Entra pure battendo forte i piedi e facendo chiasso, qua non si disturba e non si infastidisce nessuno :) Anzi, non si possono che apprezzare versi di questi tipo, e soprattutto non posso non ringraziare per avermi fatto conoscere questo poeta di cui ignoravo l'esistenza. Grazie, a presto :)

Grace (ma gnappetta della Val Gina) ha detto...

Quasi tutto è soggettivo, vero.
E' affiorato un ricordo..
Anni fa una mia amica mi disse:
- Devi assolutamente leggere "La profezia di Celestino" di James Redfield, a me ha cambiato la vita.-
Carica di aspettative son corsa a comprare il romanzo.
Oh.. UNO DEI POCHISSIMI LIBRI che NON sono riuscita a leggere fino in fondo.
Bleah!
Non mi ha cambiato la vita, ma è riuscito a rovinarmi un paio di pomeriggi.

Ale ha detto...

Se vuoi che non legga un libro o non veda un film, non devi far altro che consigliarmi di farlo :) non per ottusità, è sempre stato così. Finisce che me ne dimentico, se mi ricordo do la precedenza ai libri che ispirano me, piuttosto che a quelli consigliati.

pesa ha detto...

@Grace: "Della profezia di Celestino" ricordo la meravigliosa scena della libreria di Santamaradona, film capolavoro dove, pensa un po', riesco anche a digerire - a malapena, è meglio sottolineare - Stefano Accorsi.
Io invece sai che non riesco a leggere Baricco!? Ci provo, ci riprovo eppure mi fermo sempre alla 15esima pagina di City, una tortura.

@Ale: Ma quindi mi stai dicendo che non guarderai "Drive"? :(

LA CONIGLIA ha detto...

Capisco perfettamente il discorso che fai e lo condivido, ma non capisco perchè in tutto ciò il burlesque non ti piaccia...temi forse che provandolo non riesca a tirar fuori il tuo lato femminile..e ne rimarresti deluso...? ;)

pesa ha detto...

@Coniglia: Perché è stato osannato, pubblicizzato e mitizzato con Dita von Teese. Ho provato ad apprezzarlo, ma forse, proprio perché è stato quasi imposto alla società il fatto che debba essere sensuale per forza, non mi attrae affatto.

Ale ha detto...

Pesa, non guarderò mai Drive ed è solo colpa tua :P
Oceano Mare di Baricco è stupendo: molto etereo, eppure consistente ed ha anche un certo umorismo. Se tu provi Oceano Mare, io guarderò Drive :D

pesa ha detto...

@Ale: Ok, facciamo così, io proprio a leggere Oceano Mare e ne parlerò qui. Tu guardi Drive, ci scrivi qualcosa in proposito, me la mandi via mail, e io la pubblico a nome tuo!

Ale ha detto...

Ho come l'impressione di essere stata incastrata... ahahaha

pesa ha detto...

@Ale: Esattamente :) Aspetto tue notizie a breve. Io ora sto leggendo Gibson, quindi Baricco per un po' dovrà aspettare :D

LA CONIGLIA ha detto...

Pesa non sempre ciò che viene proposto e sdoganato per la massa dev'essere una cagata...non mi diventare per forza uno di quelli che amano solo il cinema neorealista ucraino perchè non voglion seguire il gusto comune imposto dai masters of puppets della società...capisco che il burlesque possa piacere o meno ma ho l'impressione che se avessi visto uno spettacolo per caso girando per pigalle a Parigi e non fosse stata una cosa che va di moda l'avresti trovato affascinante... ;)

pesa ha detto...

@Coniglia: No no, lungi da me l'idea di diventare un Dottor Guidobaldo Maria Riccardelli (se capisci la citazione son 1000 punti). Però davvero, non mi piace proprio, ho provato a guardare qualcosa, leggere e informarmi, ma niente da fare, zero totale :)

Posta un commento

Drink!