tanto rumore per nulla

16 giugno 2011
Faceva caldo avant'ieri notte, la tanto agognata estate torrida, che non lascia respiro e ti fa sudare anche quando si è fermi, quella che ti da pace solo quando sei immerso nelle chiare acque di qualche paradiso terrestre - venti minuti di macchina da casa mia - e non lo puoi fare perché sei imprigionato in mezzo al traffico cittadino con l'unica direzione l'ufficio, è arrivata qua in Sardegna. E io tutto questo lo odio. Sono più un tipo da tenero e accogliente tepore di un maglione. Il caldo estivo lo detesto con tutto il cuore.
Ma il punto era la notte scorsa. Già perché faceva veramente caldo e io mi trovavo davanti ad una scelta: dormire con la finestra spalancata, e quindi subire per un po' il rumore del traffico, oppure morire di caldo. Ovviamente ho optato per la prima scelta.  E così Morfeo mi accolse tra le sue braccia con in sottofondo una brezza delicata e piacevole che accarezzava le mie nude membra. 

... che bella questa casa. Grande, spaziosa, forse un po' troppo per due sole persone, ma abbiamo trovato l'affarone, pure in una bellissima zona, godiamocela. 
Il mare è bello, cristallino, la sabbia è esattamente come me la ricordavo da bambino, fine e bianca, si infila ovunque. Prendere il sole è piacevole, ogni tanto un tuffo dona il giusto refrigerio e stare abbracciati in acqua con la mia dolce metà è forse la cosa più bella che mi possa capitare. 


... l'aria improvvisamente diventa grigia. Il mare si agita, fulmini in lontananza. Meglio uscire dall'acqua. 
La gente si guarda impaurita, non è normale questo tempo in estate, soprattutto non è normale che i gabbiani volino verso l'interno spaventati e gracchianti. Penso sia meglio tornare a casa, non è mai un bene stare in spiaggia quando è in arrivo un temporale. Raccolti gli asciugamani dall'arenile, io e la mia dolce metà vediamo alzarsi in cielo un'immensa e oscura colonna d'acqua e aria. Risucchia tutto quello che trova sulla sua strada, la camminata verso casa diventa una corsa verso la salvezza. 


[suono] 


... sigilliamo le porte, chiudiamo le finestre e osserviamo dall'interno cosa accade fuori. La spiaggia, ben visibile dalla finestra della cucina, si svuota del tutto, sentiamo urla di paura e disperazione, rumori di macchine che accelerano per dirigersi il più lontano possibile da lì. 
La colonna d'aria e acqua pare allontanarsi e si porta dietro a se buona parte dell'acqua del mare, che sale sempre più in alto verso altezze inimmaginabili. Non si prospetta un buon finale. 
Il mare lascia esplodere la sua potenza, intuisco cosa sta per accadere e la soluzione più logica (?) che mi balena in mente e quella di andare a sorreggere la porta e con le mie sole forze impedire che l'acqua riesca ad entrare. Tutto inutile. La furia del mare entra da tutte le aperture dell'abitazione, io mi ritrovo sballottato da una parte all'altra da un'incredibile forza che mai si era abbattuta su di me.  


[suono] [suono] [suono] [suono] 


Spaventato ed impaurito mi sveglio, il rumore è assordante. Guardo fuori dalla portafinestra della mia stanza e vedo albeggiare, il cielo ha un colore bellissimo. Una poesia scritta nel creato rotta dall'assordante rumore di un aereo che passa vicinissimo al centro abitato, che non ha permesso al sottoscritto di continuare a dormire e riposare le sue povere ossa ancora provate da 3 giorni al seggio referendario. 
Faceva caldo avant'ieri notte, e ha fatto ancora più caldo quando ho dovuto chiudere la finestra.

25 commenti:

MrJamesFord ha detto...

Wow, una specie di poema epico della notte estiva.
Io, comunque, sto sempre dalla parte del caldo: altro che maglione, canotta!

Ragno ha detto...

Ti vendo un ventilatore per 50€

VioletPussy ha detto...

Abbiamo passato una notte simile....Ma la tua mi ha ricordato "Gli uccelli" di Hitchcock

Juliet ha detto...

Ahhh! Come mi piace quando scrivi questi post :)

pesa ha detto...

@MrFord: Oddio non so quanto possa essere epico, però era terrificante :) In tema con la "wars" di stamattina. Mi raccomando, domani voglio una bella decina anche da parte tua!

@Ragno: Non lo pago meno di 70€!

@Violet: A me ha ricordato invece Inception, la scena dell'acqua che entra in casa mi ha tanto richiamato alla mente il primo sogno di Cob.

@Juliet: Me lo dite sempre in tanti, ma che tipo di post sono???

LA CONIGLIA ha detto...

cavolo, mi hai fatto immergere così bene nell'ambientazione che quasi quasi credevo ci fosse stata una tromba d'aria in zona!!! (ti riporto qui la domanda per cercare di svelare il mistero del paese:c'è un parrucchiere che si chiama tore e luca? una pizzeria che si chiama treef?)

pesa ha detto...

@Coniglia: Non solo sopra casa mia, ma tutto il paese! Non è una cosa umanamente possibile. A morte Teulada e Decimomannu!

Sileno27 ha detto...

Era meglio chiuderla da subito quella cazzo di finestra, tanto il caldo lo patisci poco prima di addormentarti e basta, mentre dormi poi non lo senti più.
Io il ventilatore te lo vendo a 89.99 euro.

Marina ha detto...

ahaha ma cazzo io stavo già per andare a cercare, terrorizzata, notizie di trombe d'aria a Cagliari. Mi vergogno.

pesa ha detto...

@Sileno: Se io sudo, e sudo come un maiale, non riesco ad addormentarmi. Quindi finestra aperta tutta la vita.
Il ventilatore è aggiudicato, hai per caso il resto di 100€?

@Marina: No, non vergognarti, mi hai dato una gran bella dose di autostima: ho fatto credere a qualcuno che il mio sogno fosse reale!

VioletPussy ha detto...

Inception non l'ho ancora visto...Ma comunque...un fanculo da parte mia e penso anche da parte di Marina per la foto... Scusa,sono incazzosa perchè fuori diluvia,vivo a 65 km dal mare (ps lignano fa cacare...) e sto male. Quindi fanculo te e la sardegna...e le pecore!! :D

Marina ha detto...

Non posso fare altro che unirmi in questo corale fanculo, dato che io domani sarò qui http://1.bp.blogspot.com/_GMq_I3kPlDQ/SIQFwuxUCMI/AAAAAAAACP0/SJg3C6RuV48/s400/1.jpg .____."

LA CONIGLIA ha detto...

Te l'ho detto io che avevo capito ihihihihihih non mi chiedere da cosa, ma avevo capito ;)
chissà magari ci siamo pure incrociati in giro...io riesco ancora a perdermi dopo 10 anni che ci bazzico, incredibile!!!

pesa ha detto...

@Violet & Marina: Ora ditemi che avete fatto? Vi siete incontrate e avete messo su qualche tipo di rituale vodoo? Avete invocato Dio Odino perché si incazzasse? Ditemi che avete fatto!! No perché qua il vento soffia di maestrale a 22 nodi, rovinando così la mia giornata di mare!

@Coniglia: E non ti sei ancora stancata di questo posto!? Stacci lontano il più possibile! Il posto peggiore del mondo (o forse solo le persone!? Dilemmi).

VioletPussy ha detto...

Zeus...L'ho chiamato stamattina presto...Sai,amico di sbronze..

Maraptica ha detto...

Le ossa rotte da scrutatore/scrutatrice non tornano ancora al loro posto manco a me... mi hai fatto pensare alla spiaggia di Pula dove venivo sempre a passare qualche settimana estiva. Nostalgia.
p.s. I tappi no eh?!

pesa ha detto...

@Violet: Io ogni tanto qualche canna con il dio che cristiano. Ho sempre amici inutili!

@Maraptica: Ma ci credi se ti dico che la spiaggia che ho sognato era quella di Santa Margherita di Pula!? O forse tu pensavi più a Nora?
p.s. No, i tappi son troppo scomodi :)

Maraptica ha detto...

Proprio Santa Margherita di Pula, ci abitava una zia e io ne approfittavo ad ogni stagione ;) Poi s'è trasferita... ma ti pare?! Tze

pesa ha detto...

@Maraptica: Anche io ho delle zie che hanno la casa lì! Son sicuro che in passato tu mi abbia odiato, ero il prototipo di bambino che lancia sabbia, disturba, urla e fa finire il pallone sopra le persone desiderose di pace e quiete.

LA CONIGLIA ha detto...

Pesa io ci vengo una volta ogni tanto...così ti assicuro che è più che tollerabile, anzi :)
Comunque il coniglio la pensa esattamente come te!
Tra l'altro, a detta sua, probabile che almeno di vista vi conosciate...lui non ha mai frequentato il paese ma dice che non è che ci sia così tanta gente da non riconoscersi :)

pesa ha detto...

@Coniglia: Molto molto probabile che mi conosca di vista, anche se devo essere sincero che leggendo i nomi degli scrutatori - e noi maschi siamo pochi, anzi magari se sfogli la lista mi trovi all'istante secondo me eheheh - non è saltato all'occhio nessun nome conosciuto.
Non sai quanto l'invidio per non aver frequentato questo posto.

Maraptica ha detto...

Allora può essere pure che t'ho picchiato a sangue, da piccola ero un pò, ehm, come dire... manesca?!

pesa ha detto...

@Maraptica: Macché ero un bravo, bravissimo, bambino... poi non mi avresti mai potuto picchiare, ero troppo bello. Son peggiorato con il tempo.

LA CONIGLIA ha detto...

avete un pò di anni di differenza, tu entravi alle elementari e lui o ne stava uscendo o era già alle medie...ma in un paese è abbastanza facile conoscersi...io tra l'altro ho un'amica li in paese un pò più piccola di me, rido se salta fuori che sei il suo ragazzo!!!

pesa ha detto...

@Coniglia: Impossibile, tranquilla nessuna situazione comica con la tua amica :) Comunque al 99% lo conosco, di vista ho la fama io! ahahah

Posta un commento

Drink!