"la ringraziamo a nome dell'arma" "..."

9 giugno 2011
Giugno, la salvezza, sembrava un sogno lontano anni luce. 
Giugno, il mese in cui, finalmente, riprendo lentamente possesso della mia vita. 
Era quasi un miraggio, più guardavo il calendario più era distante, e invece ora ci siamo. Già, finalmente sto vivendo come una persona normale, dopo innumerevoli post in cui rendevo pubblica la mia frustrazione lavorativa, questa settimana son riuscito a raggiungere il traguardo in cui da quasi dodici ore lavorative passo alla bellezza di cinque. Così finalmente posso fare tutto quello che ho sempre sognato in questi sei mesi infernali, in primis scialacquare tutti i soldi fin'ora guadagnati; ma non solo, anche cose più piccole che per voi lavoratori, studenti, nulla facenti, normali, sembreranno cose di ordinaria amministrazione, invece per me è un'incredibile conquista. Ad esempio: riuscire finalmente a finire gli ultimi due libri di Sergio Atzeni che mancavano alla mia collezione intellettuale (se non l'avete mai sentito nominare andate ad informarvi; se non avete letto, o non avete in mente di farlo, "Passavamo sulla terra leggeri" potete anche morire o non leggermi più, se invece non avete letto, o non leggerete, "Il figlio di Bakunìn" vengo direttamente io a squartarvi); addormentarmi il pomeriggio con in sottofondo Chet Baker, Clifford Brown, De André, Battiato, Coltrane e risvegliarmi totalmente stordito ma con un gran senso di benessere; pianificare di andare a vedere almeno tre o quattro concerti, su cinquanta, di  Paolo Fresu in giro per la Sardegna; ma soprattutto avere qualcosa che in questi sei mesi si è  manifestato in maniera sporadica, qualcosa che non provavo da un po' di tempo con così tanta frequenza: una bella cefalea a grappolo che mi costringe ad assumere dosi incredibili di Oki, stare a letto a casa - uscendo esclusivamente per recarmi a lavoro -  rovinando quindi parecchi miei pomeriggi liberi.
VAFFANCULO!

10 commenti:

Ragno ha detto...

Vado!
(a fanculo)

Grace (ma NANA che al REFERENDUM vota SI) ha detto...

Pensa a me, ieri ultimo giorno di scuola coi bimbi ed io, oggi, finalmente libera dai figli di satana, ho dovuto prendere due giorni per malattia, grrrr!
Però, buono l'Oki.. anch'io ne sto abusando, lo sciolgo in acqua ghiacciata e faccio godere di menta la povera gola infiammata!
Buon mese di giugno, Pesuccio ;)

VioletPussy ha detto...

Sempre così! Sono in ferie?! Mi ammalo,ovvio.

Marina ha detto...

:( su con la vita, non conoscevo nemmeno i libri che hai citato, mi aspetto che arrivi a squartarmi da un momento all'altro!

Giovanni ha detto...

completa il servizio,
da quale dei due iniziare?
ciao

pesa ha detto...

@Ragno: Dije che te c'ho mannato io, mi raccomando.

@Grace: Oddio l'Oki può essere buono, però ti distrugge letteralmente il fegato, infatti mi sa tanto che ne sto abusando un po' troppo ultimamente.

@Violet: Il bello è che io non mi ammalo quando sono in ferie, mi ammalo quando devo fare qualcosa, che poi è ammalarsi, è proprio soffrire come un cane!

@Marina: Sì, dormi con due occhi aperti. Ma sarà tutto inutile, ti squarterò comunque.

@Giovanni: Con nessuno dei due, inizia con "Il quinto passo è l'addio", poi "L'apologo del giudice bandito" e lascia per ultimi "Il figlio di Bakunìn" e "Passavamo sulla terra leggeri". Spero ti sorprenda piacevolmente.

Sileno27 ha detto...

L'Oki dovrebbe essere illegale, altrochè la marijuana.

pesa ha detto...

@Sileno: Infatti io, quando posso, per farmi passare il mal di testa, una bella cannetta me la faccio.

Sileno27 ha detto...

Il mal di testa dovrebbe essere illegale anche lui.

pesa ha detto...

@Sileno: Vuoi lasciare ancora qualcosa di legale o andiamo per la via del totale proibizionismo?

Posta un commento

Drink!