"più umano dell'umano" (leggete il primo commento)

25 marzo 2011


17 commenti:

pesa ha detto...

Con Montis (che ringrazio profondamente per la foto sovrastante) era stato concordato, tempo addietro, di andare a vedere una mostra di Street Art su a Castello - quartiere di Cagliari -, esattamente a Palazzo Viceregio (andando sul link potrete anche vedere le foto scattate nell'occasione).
Con l'appuntamento prefissato ormai da un paio di giorni, io cercai di finire in tempo in ufficio, così da poter arrivare puntualissimo e non ricevere messaggi minatori come quelli che invece son puntualmente arrivati.

«Dove sei?»
«In ufficio, ora arrivo volando! Vai in viale La Plaja, parcheggio e poi saliamo»
«Va be', vieni in piazza Matteoti, se poi ci dobbiamo spostare in pullman almeno siamo già qui»
«Io non mi sposto in pullman a Cagliari»

Si, esatto. Per spostarmi a Cagliari non viaggio più sui mezzi pubblici. I precedentipost scritti in merito ad avventure "pullmistiche" si rifacevano al servizio extraurbano.
Il servizio urbano cagliaritano, il famoso CTM, non lo prenderò mai più, e non perché sia uno snob e i pullman li prendono solamente gli sfigati e poi c'è gente strana - quest'ultimo sarebbe l'unico motivo per cui vorrei ancora prenderli -, bensì perché, diciamoci la verità, Cagliari è piccola. In confronto a qualsiasi altro capoluogo di regione, Cagliari è veramente minuscola.
Che senso ha andare a spendere 1.20€ per novanta minuti di viaggio? Anche perché poi la tua meta è facilmente raggiungibile in appena 20 minuti, se non c'è traffico. Già perché a Cagliari, incredibilmente, esiste pure il traffico; com’è che arriviamo a poco più a 150.000 abitanti e riusciamo, pure, a creare ingorghi? Io ancora cerco di dare risposte soddisfacenti.
Ma torniamo ai mezzi pubblici locali.
Altro motivo per cui non ha senso viaggiare sui pullman CTM a Cagliari è il fatto che viviamo in una città meravigliosa, e stiamo li ad impigrirci sulle macchine, sui bus, sugli scooter. Accanto a noi vivono tante realtà che ci passano inosservate perché troppo presi dalla velocità, dal lavoro e dalla pigrizia che ci circonda. Ho preso per tanto tempo il servizio urbano proprio per i motivi sopraelencati finché, un giorno, non ho deciso che dovevo godere della mia città, dovevo riuscire ad apprezzare gli scorci suggestivi che mostrava e il tutto era ancora più piacevole quando contornato da una buona bottiglia di vino e un carissimo amico. Così io continuo a camminare con quel piede puzzolente che vede in foto, girovago per i bastioni, i "pericolosi" quartieri della Marina, saltando dalla Torre dell’Elefante a quella di San Pancrazio e se il dovere chiama entrando pure in biblioteca Universitaria, ricordando sempre con un sorriso sulle labbra quando, durante una vela scolastica, riuscii a fare dal liceo Siotto al Poetto a piedi in una calda giornata primaverile. Un'impresa leggendaria.

Ragno ha detto...

Sì ma perchè scrivi i post nei commenti?

mai successo ha detto...

Si, infatti secondo me dovrebbero mettere le tariffe tipo corsa unica, per chi vuole andare da un posto all'altro senza dover necessariamente acquistare un 90 minuti inutilmente.
Non sono mai stato a Cagliari.

Mesic ha detto...

A me invece piace girare con i mezzi pubblici per milano, inoltre ha buone tariffe!

pesa ha detto...

@Ragno: Perché non voglio rovinare la foto di Montis (tra l'altro se siete curiosi di sapere chi, o cosa, è andate sulla pagina linkata. C'è pure una sua foto, io lo sconsiglio) con le mia immense boiate.

@mai successo: A Cagliari DEVI starci. Senza no e senza ma. Non ci sono cazzi.

@Mesic: Ma a Cagliari è proprio inutile, puoi trovare lo strambo di turno certo, ma è uno spreco di soldi. Anche perché siamo partiti da 77cent per arrivare a 80. Poi il passo successivo ovviamente è stato 1€ e ora 1.20€. LADRI!

ciku ha detto...

benchè io ormai sia una fan di montis devo dire questo: i piedi fan schifo.

MrJamesFord ha detto...

A questo punto dovrò fare un giro a Cagliari con te come guida, che ne dici Pesa!?
Accompagnati da qualcosa di molto alcoolico, e a piedi, tanto per restare in tema.

Sileno27 ha detto...

anche un mio amico ha un tatuaggio simile ma nel suo c'è scritto 'prodotto non conforme'.
a me piacciono i piedi.
Ciku, mi fai vedere i tuoi piedi?

pesa ha detto...

@ciku: E il mio ti piace? È bello il mio piede! Comunque, Montis ringrazia, forse. Gli ho fatto notare l'apprezzamento su Facebook e poi ci siamo un po' insultati, tanto per cambiare.

@MrFord: Favorevolissimo a farti da cicerone! Ovviamente l'alcool non può mancare. Pensa che una volta, con quel carissimo amico, salimmo fino in Cattedrale, sempre su a Castello a pochi metri dal palazzo Viceregio. Avevamo una bottiglia di vino, entrammo, ci sedemmo comodamente al caldo - visto che era inverno e fuori faceva un freddo cane - e bevemmo vino in Cattedrale tutta la sera tra una messa e l'altra.

@Sileno: Il mio non è un tatuaggio però, sono un fallimento. Rubo timbri dall'ufficio e me li stampo, al freddo e al gelo, sulle caviglie. Comunque a breve me lo devo fare uno. Forse due. Anzi tre.

Mr.Tambourine ha detto...

Bella, la foto, ao'.

ciku ha detto...

ah, pesa, no, manco il tuo. ma mi infastidiscono pure quelli dei bambini quindi stai tranquillo, è un problema mio.

certo, sileno. ecco. http://culturamascalcia.org/wp-content/uploads/2008/06/piede-trascuato.jpg

Maraptica ha detto...

1) Ho capito che il piede e tuo, amico mio... tocca fare na ceretta ;)
2) Conservo un ricordo bellissimo di Cagliari e delle mie numerose vacanze a Pula, sigh sobh, nostalgia...

pesa ha detto...

@Mr.Tambourine: È bella perché il soggetto è a dir poco meraviglioso.

@ciku: Va be' se è un problema tuo sei scusata. Il mio piede è bellissimo.

@Maraptica: Macché ceretta e ceretta, quella è roba da fasulli uomini. Io sono un uomo duro e rude che corre per la steppa scappando da Ivan il terribile 32°.
Cagliari è imbattibile, soprattutto in estate.

Marina ha detto...

Bella fota :o

pesa ha detto...

@Marina: Voglio specificare che l'idea, il piede e la bellezza sono mie. Montis ha fatto il resto :)

LA CONIGLIA ha detto...

montis, potessi cliccherei 'mi piace' nel migliore stile facebookkiano!
pesa, cagliari è minuscola, concordo ed è bello camminare, non quando te ne vai in giro coi tacchi però te lo assicuro...specie se devi camminare per un bel pezzo, o anche solo via sassari-municipio, a me basta quello per stendermi!
Senza tacchi giro ovunque. Anche nel terribile e pericolosisssssimo quartiere della marina.
Però io la salita che dal parcheggione sopra la clinica aresu porta nella zona libarium a piedi non la voglio fare mai più. Poi finisco sempre per farla coi tacchi ed è tremendo! A volte mi fingevo cliente del libarium pur di farmi portar su con la macchina, quei cavolo di sanpietrini sono orribili coi tacchi.
Sempre sui tacchi ritorno...Cagliari non è una città per chi cammina coi tacchi!!!

pesa ha detto...

@Coniglia: Tranquilla, il complimento glielo faccio arrivare io ;) E fallo anche al mio piede il complimento!!!
Comunque la salita di cui parli, quella sotto la torre dell'Elefante, è forse la più bella, perché è lunghissima, con una pendenza inimmaginabile e quando arrivi in cima ti senti soddisfattissimo! Ovviamente senza tacchi :)
Fanculo il Libarium!

Posta un commento

Drink!