grandi speranze

3 novembre 2010
«Buongiorno, chiamo dal ***** mi servirebbe il suo indirizzo email /iˈmɛil/ così da poterLe mandare il modulo di iscrizione che poi dovrebbe riportarci appena possibile, oppure, rispedirlo alla stessa mail»
«Buongiorno, allora, veramente si dice email /ɛ'mail/»
«.... ah»
«Comunque non me la ricordo, o forse aspetti, dovrebbe essere ***.**.@hotmail.it, o forse ***.**@hotmail.it non lo so, comunque la mandi a tutte e due le email /ɛ'mail/»
«Ascolti, se vuole può dettarmi al telefono i suoi dati così compilo direttamente io il modulo, poi, quando ha un po' di tempo, si avvicina a scuola per firmarlo»
«Eh, veramente, guardi, ora sto lavorando, quindi non ho penne a portata di mano»

A questo punto non ricordo esattamente cosa sia avvenuto nel corso della conversazione; il cervello ha iniziato a collassare su se stesso; l'aria è diventata pesante, quasi irrespirabile; il mondo ha girato vorticosamente fino a quando il telefono non si è chiuso e i miei occhi, e le mie orecchie, son potuti tornare alla normalità.
Spero fortemente che lo facciano di proposito. Lo spero con tutto il cuore.

6 commenti:

otta ha detto...

M-e-r-a-v-i-g-l-i-o-s-o ! Meglio di qualsiasi sostanza stupefacente.

Ragno ha detto...

Firmo solo se è una fica a propormelo

Vaniglia ha detto...

Bravo pesa, ho sempre ammirato le persone ottimiste... E tu lo sei davvero tanto.

pesa ha detto...

@otta: Viverlo in prima persona non è tanto meraviglioso, una sofferenza ogni giorno. Ormai sono in overdose.

@Ragno: Con me mi dispiace ma devi abbassare i tuoi standard.

@Vaniglia: Stasera devo telefonare di nuovo a codesta persona, sto per piangere dalla disperazione.

LA /ɛ'mail/ CHE MI HA DATO ERA SBAGLIATA! MALEDETTO!

Vaniglia ha detto...

Aspira...Inspira...Aspira...Inspira... ... ... Quando ti senti pronto chiama e ricordati: sono fiera di te (pacca sulla spalla)...

pesa ha detto...

Ho telefonato. La prima volta ha risposto, meravigliato del fatto che la mail fosse sbagliata. Mi ha chiesto di telefonare in un secondo momento e non si è più fatto vivo. Mistero.

Posta un commento

Drink!