agitare bene prima dell'uso

12 luglio 2010
A quanto pare non sono l'unico che odia le mode passeggere. Oltre a Pisello®, che con il suo sfogo mi ha portato a scrivere il precedente post, ho scoperto che anche il caro Memphix stamane nutre un profondissimo odio per questo fenomeno privo di senso. Il flusso canalizzatore (citazione cinematografica! Porco iddio a voi se non lo conoscete questo film!) di questo suo sfogo è stato l'ormai celeberrimo video degli Zaman. Allora una piccola premessa: a Cagliari esiste uno strano fenomeno per cui quando un gruppo musicale rock, metal, punk, reggae ecc ecc ha un seguito di più di 50 persone, diventa automaticamente un must, bisogna necessariamente vederli dal vivo, andare a fanculolandia per sentirli suonare, comprare i loro dischi, le loro magliette. L'abilità del musicista non viene neanche contemplata, viene analizzato più che altro il coefficiente di simpatia, figaggine e pubblico.
Quindi tornando al caro Memphix. A me piace mettere il dito nella piaga, quando scopro la debolezza di qualcuno, o comunque sia un motivo di fastidio, tendo sempre a riproporre codesto motivo. E questo è ciò che feci appunto al protagonista di questo sfogo. Infatti lui ha espresso (su Facebook, ormai diventato davvero la mia finestra sul mondo, ma più che sul mondo sulla mente delle persone, sull'italica mente malata) il suo disappunto e il suo fastidio nel veder riproposto da mille e mille persone il video Zamina degli Zaman. Cosi gli ho propinato il suddetto video incriminato per più di una volta nell'arco di pochi giorni. Ma questo odio perchè? Ci fornisce lui stesso la motivazione «Io non odio gli zaman, mi fa girare le palle, primo che sfruttano waka waka con il video ufficiale per via della notorierà dei mondiali, e poi se non se ne poteva più di zamina prima non è che ora che hanno fatto il video tutti devono condividerlo. ste ossessioni mi spaventano.» Beh abbastanza semplice come motivazione. Però è vero, ora a cagliari son tutti quanti fissati senegalesi, africani e balle balle varie. A me non dispiace, almeno ascoltano buona musica per un pò. Però quanto durerà questa volta? Chiediamo al polpo. O al coccodrillo. O al pappagallo. O a sto cazzo.

p.s. E poi che Facebook non è una finestra sul mondo. Look here (link ricavato dal post sulla bacheca facebook di un mio amico)

p.p.s Anche io seguo concerti delle varie band cagliaritane (solamente dei gruppi che mi piacciono, e che soprattutto non reputo dei fighi solo perchè hanno questo o quest'altro, ci son tanti gruppi che mi stanno sulle balle per la musica e non me li filo neanche da lontano), anche io ho pubblicato il video degli Zaman su facebook, perchè mi piace e poi soprattutto per ironizzare con Pisello®. Oltre che per provocare il malcapitato Memphix. Penso non ci sia altro da aggiungere. Ah si svisatevi assolutamente queste foto! ci sono delle vere perle!

3 commenti:

Anonimo ha detto...

noto una leggera contraddizione tra ciò che viene scritto e ciò con cui ti presenti. "con umiltà e ignoranza su tutto": "con umiltà", dove sta l'umiltà quando ogni tuo scritto è permeato da giudizi di ogni genere seppur non dichiarati in forma esplicita facilmente deducibili?; "ignoranza" mah anche qui il tono saccente è individuabile in ogni singola parola. Apparentemente sembra che sia cercando di mascherare con la modestia propria delle parole utilizzate la tua alta concezione di te stesso e del tuo pensiero. un po' altezzoso. Le parole usate, però, non sempre hanno un univoca interpretazione, quindi è possibile che la mia sia erronea... "cancella la tua mente e vedrai il sentiero"

pesa ha detto...

umiltà perchè di certo la mia aspirazione non è colpire il prossimo, se questo avviene bene. i giudizi ovviamente devono essere dati. io do il mio giudizio su tutto ciò che mi circonda, non miro assolutamente a non esprimermi, se scrivo e per esprimere ciò che penso al mondo, che può prenderne atto e lasciarlo tranquillamente li. ignoranza perchè non mi reputo una persona colta, tutt'altro so di essere il primo degli scemi, il registro usato nella scrittura è semplicemente questo perchè è cosi che scrivo, ed è cosi che mi son sempre espresso. non ho un minimo di considerazione ne per me ne tanto meno per il mio pensiero. lo reputo allo stesso livello degli altri. la mia concezione di me stesso è uguale alla concezione che ho nei confronti di chi legge, commenta, approva o disprezza.

ti amo ;)

Anonimo ha detto...

Macchè mode mode, fenomeni di massa.
Chiudo la porta che devo organizzare l'avventura.

Posta un commento

Drink!