c'è un pò di bozzone in ognuno di noi

11 giugno 2010

Qua si chiude definitivamente il copia e incolla (lo spostamento insomma) da un blog all'altro...ora l'altro verrà chiuso o per meglio dire abbandonato a se stesso e "che dio possa avere pietà di noi"


"senti bene biondino, io ora vò a casa, mi lavo e me lo sciacquo bene. uscirò gaudioso per l'atto matriale che vado a sperimentare. non pretendo vero per 4000 lire un fisso connubbio con quest'ultima, la quale non voglio rinvivere, in te persona, il ricordo del tuo babbo morto schiantato; ma rinvivere in lei femmina per una notte il brivido blu di una trombata di trent'anni fa!" Bozzone

Bozzone chi è? Bozzone è il Kennedy, è il saggio, il volgo che si eleva a status superiore e rimane comunque volgo. Il saggio popolare detto papale papale. Lo facevano più ignorante, "ma c'ha il suo stile". E ho potuto riscontrare che bene o male questo "stile" lo hanno in molti, "ma chi so sti molti!?" (attenzione altra citazione cinematografica (l'intero post veramente è una citazione cinematografica però questa un pò di più) quindi andate a vedere "Romanzo Criminale" il film e la serie (di più la serie però) veramente grande cinema italiano) sti molti sono i grandi trovieri paesani. I grandi raccontatori di epiche gesta e di epici racconti (per dIO non certo in poesia e in lingua d'oil, suvvia non scherziamo), che deliziano le notti di ignari ragazzi il cui unico scopo e non essere beccati dalla giustizia infida e bastarda durante l'atto della girata.
Nel corso della mia breve e fatiscente esistenza posso dire di aver frequentato miriadi di questi "Bozzone". Ne ho conosciuto e ho intrapreso discussioni e rapporti pseudo confidenziali con varie tipologie di codesti maestri di vita: i violenti, quelli che ti promettono la morte solamente perchè hanno tatuato il tuo nome (fittizzio) sulla spalla; i maniaci, e questi fanno paura veramente, promettono atti sessuali tra persone dello stesso sesso con funzioni esclusivamente passive, se son generosi offrono pure la possibilità di registrare il tutto su un VHS; i musicisti, beh che dire con questi non posso che avere un rapporto speciale. sono i più socievoli, tendono sempre a voler suonare qualcosa e se non hanno strumenti a disposizione allora si ricorre alla voce, senza di loro molte notti sarebbero state sprecate in semplici sproloqui tra fattoni; i maestri, ti insegnano come non far spegnere un elicottero, e questo mi sembra già un buon motivo per parlarci insieme almeno una notte della propria vita finchè la pioggia non viene a rompere i coglioni.
Come vengono trattati i bozzone dal resto del mondo? Vengono emarginati, non vengono visti come figure benignie, sono dei cancri, il male della società, truffano la previdenza sociale (ed è vero), non lavorano (ed è vero), bevono dalla mattina alla sera (ed è vero), almeno non dicono bugie però. E se le dicono possono sempre giustificarsi dicendo "licenza poetica".



0 commenti:

Posta un commento

Drink!